Dal 6 al 10 settembre si è svolto in Germania, a Monaco di Baviera, il congresso annuale della Società Respiratoria Europea (ERS), appuntamento scientifico di grande richiamo per tutti gli specialisti europei nel campo della salute respiratoria.
Obiettivo di questo convegno dedicato alla pneumologia e, più in generale, della stessa ERS, è promuovere e diffondere la cultura della salute delle vie respiratorie attraverso la ricerca e la condivisione, tra classe medica e pazienti, delle più recenti scoperte che possano migliorare la vita di chi è affetto da malattie respiratorie.

Nel vasto programma dell’evento, molta attenzione è stata dedicata alla fisiologia e ai disturbi respiratori nell’infanzia, asma in particolare, approfondendone epidemiologia e fattori di rischio. Interessanti i risultati di una ricerca presentata su questo argomento, che hanno evidenziato come i bambini con un padre fumatore prima del concepimento sarebbero esposti a un rischio maggiore di soffrire di asma.
Secondo un altro curioso studio, invece, il rischio di incorrere in questa patologia si ridurrebbe dormendo su pellicce di animali nei primi tre mesi di vita.

Il Congresso di quest’anno è stata anche l’occasione per presentare la campagna “Healthy lungs for life – Breathe clean air ” (Polmoni sani per la vita – Respira aria pulita), che prevede una serie di eventi, progetti e attività, rivolte ad alzare il livello di attenzione sull’importanza di mantenere il benessere dei nostri polmoni, soprattutto attraverso un ambiente e un’aria salutari.

Tra le moltissime sessioni tematiche e discussioni dedicate alle problematiche respiratorie, si sono approfonditi inoltre il meccanismo e la patogenesi che porta alle infezioni respiratorie, il ruolo dei patogeni multiresistenti che causano polmonite, e il razionale che sta dietro allo sviluppo dei farmaci respiratori.

A proposito di trattamenti e benessere delle vie respiratorie, da segnalare il simposio satellite sul ruolo dell’acido ialuronico ad alto peso molecolare nei disturbi respiratori, in cui esperti a livello internazionale hanno presentato e discusso il razionale dell’impiego terapeutico di questa molecola, con focus particolare sull’impiego clinico di nebulizzazioni allo 0,3%  nelle alte e basse vie respiratorie, ma approfondendo anche le sue proprietà nel processo di colonizzazione batterica e di produzione del biofilm.

Durante il Congresso si è distinto infine il lancio ufficiale di un programma di intervento, in collaborazione tra ERS e OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità ), per l’eliminazione della Tubercolosi nei Paesi a bassa incidenza, con l’obiettivo della sua completa eliminazione entro il 2050.