La primavera è arrivata e con lei anche i fastidiosi effetti della rinite allergica, anche conosciuta come “raffreddore da fieno”. Ecco quindi alcuni rapidi consigli per affrontare al meglio questa stagione in cui le allergie sembrano essere le vere protagoniste e per sfatare alcuni “falsi” miti.

1. Le allergie sono ereditarie

Falso. È sbagliato pensare che la stessa allergia si trasmetta di madre in figlio, anche se le persone nate in una famiglia dove si soffre di allergia sono maggiormente predisposte ad avere questo disturbo.

2. L’aria di mare è un buon amico per chi soffre di allergia

Vero. Allontanarsi dallo smog delle città preferendo l’aria del mare che è ricca di iodio, umidità e ridotta quantità di pollini, favorisce una migliore respirazione. Questo non significa però che il mare sia la risposta a tutti i problemi. Attenzione infatti a quelle spiagge vicine ad aree verdi, ricche di piante erbacee allergeniche, che neutralizzano gli effetti benefici dell’aria di mare.

3. Il temporale è il via libera ad uscire per tutti gli allergici

Falso. La pioggia non ha effetti benefici su tutti: chi è allergico alla parietaria, a differenza degli allergici a pollini di alberi, dovrà fare attenzione perché l’umidità rompe i pollini in piccoli frammenti che riescono quindi facilmente ad insediarsi nelle vie aeree.

4. Non ho mai sofferto di allergia quindi niente pericolo per il futuro

Falso. Non esiste una scadenza per le allergie, che possono comparire anche in tarda età.

5. Evitare di tagliare l’erba nelle ore calde della giornata

Vero. In questo modo si favorirebbe la liberazione di pollini.

6. Chi soffre di allergia deve stare lontano dai fiori

Falso. I fiori non c’entrano, sono i pollini che provengono dagli alberi, piante erbacee e spore di muffe e funghi a creare maggiori disturbi negli allergici.

7. Rimanere in casa aiuta a limitare gli effetti allergici

Falso. I pollini sono presenti nell’aria, impossibile sfuggirgli. E’ però consigliato evitare di uscire la mattina presto, quando la concentrazione di pollini nell’aria è maggiore, o nelle giornate ventose. Anche un frequente lavaggio di mani, viso e capelli aiuta ad eliminare i pollini che possono essersi attaccati su di noi.

8. Passa la primavera e addio allergia

Falso. La primavera è certamente la stagione nella quale le allergie si fanno sentire di più ma si stanno diffondendo anche in Italia delle piante allergeniche che fanno sentire i loro effetti anche nel periodo dei primi freddi.

9. Con l’età scompaiono le riniti allergiche

Vero e falso. Non sempre invecchiare è sinonimo di scomparsa di allergie da polline anche se diversi studi hanno riscontrato che i sintomi tendono ad attenuarsi con la fine dell’infanzia.

10. Lo stress peggiora gli effetti dell’allergia

Vero. Per questo è importante cercare di evitare fonti che generano tensione e contenere l’ansia.